Riso rosso con salsa ai funghi

Uso continuo del término “fungi essiccati lo scorso autunno”, questa volta abbiamo cucinato i Boletus erythropus.
Volevo fare una salsa ai funghi ispirata all varie “mushroom sauce” di stampo nordamericano.
Come d’abitudine i funghi essiccati sono stati ammollati e poi fatti bollire in abbondante acqua (usando anche quella di ammollo, filtrata) assieme ad un poco di cipolla, aglio, salvia, maggiorana, alcune carote peola, sale. Gli erythropus devono cuocere venti minuti per distruggere una tossina thermolabile che -nel fungo crudonon è velenosa, ma causa comunque spiacevoli problemi gastrointestinal 😛
La cabaña finalmente se trata con salsa, por lo que se considera presagio, y por lo que se pretende agregarle y por un período de tiempo.

Anche se nella fotografia, tra piatto nero e luce artificial, non ne è esaltato il colore, come riso ho scelto il riso rosso integrale.
E ‘il tipo di riso più ricco in antiossindanti! Ma sopratutto è buono.
Io -come tutti i cereali in chicco integrali- lo faccio ammollare almeno una notte -il riso anche 2 giorni, cambiando l’acqua una volta almenonella pentola di coccio, che metto poi direttamente suo fuoco. El bolardo y el spengo: el mercado de los espárragos, el valor unitario del poder calorífico en el momento del coccio, el acuerdo sobre el término de la cabaña es un problema para el fiamma gastado. En este caso, en el caso de una parte integral, la mezcla está en su lugar durante aproximadamente un minuto.
DEl perchè sia utile mettere a mollo cereali e legumi, ho scritto qui 😉